Navigazione veloce

REI




<<< MODULO UFFICIALE DI DOMANDA N.1 >>>

<<< MODULO UFFICIALE DI DOMANDA N.2 >>>


COS’ E’ IL REI?
il Reddito di inclusione, è la nuova misura di contrasto alla povertà introdotta su scala nazionale, riservata a nuclei familiari in stato di estremo bisogno.
Si tratta di un contributo mensile destinato alla famiglie in condizioni economiche molto precarie.
Il contributo economico mensile andrà da un minimo di 187,5 euro a un massimo di 485,4 euro al mese, con l’importo calcolato in base al numero dei componenti della famiglia interessata (cifra più bassa per le persone sole, cifra più alta da 5 persone in su). Non verrà corrisposto in contanti, ma attraverso una carta di pagamento elettronica. Sarà erogato per un periodo massimo di 18 mesi e non potrà essere rinnovato prima di 6 mesi di intervallo. In caso di proroga, la durata è fissata in 12 mesi. Se i componenti del nucleo familiare ricevono già altri trattamenti assistenziali, il valore mensile del Rei sarà ridotto in proporzione, detraendoli (ad eccezione, pare di capire, dell’indennità di accompagnamento).

DESTINATARI
- famiglie con figli minori o disabili;
- donne in gravidanza;
- disoccupati con più di 55 anni. 

REQUISITI
Il nucleo familiare del richiedente dovrà avere un valore dell’Isee non superiore a 6mila euro, un reddito equivalente sotto i 3mila euro per una persona (4.710 per due persone, 6.120 per tre… ) e un patrimonio immobiliare, esclusa la prima casa di abitazione, fino a 20mila euro. Tra i potenziali beneficiari rientrano dunque anche i proprietari dell’alloggio in cui vivono, mentre per chi paga l’affitto ci saranno dei correttivi. Saranno previsti tetti ed esclusioni per chi dispone di un patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, azioni, obbligazioni…) e per coloro che hanno acquistato alcuni tipi di auto, moto o barche nei mesi precedenti all’inoltro delle istanze.

QUANDO E DOVE PRESENTARE LE DOMANDE
Le domande potranno essere presentate presso l’ Ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza a partire dal primo dicembre 2017. L’erogazione del Reddito di inclusione scatterà da gennaio 2018, salvo imprevisti o slittamenti.
Il Rei sostituirà il Sia, il Sostegno di inclusione attiva, e l’assegno di disoccupazione Asdi. Ma chi alla data del primo dicembre 2017 sta ancora ricevendo il Sostegno per l’inclusione attiva – precisa sempre l’Istituto nazionale di previdenza - potrà presentare immediatamente domanda di Rei o decidere di presentarla al termine della percezione del Sia, “senza che dalla scelta derivi alcun pregiudizio di carattere economico”.

MODALITA’ E BENEFIT
La carta prepagata Rei, funzionerà come una normale carta di pagamento elettronica. Il 50 per cento dell’importo stabilito potrà essere ritirato in contanti, il resto sarà utilizzabile per la spesa e per pagare le bollette. La tesserà dovrebbe inoltre dare diritto allo sconto del 5 per cento sugli acquisti in negozi e farmacie convenzionate.



Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia